LA CHIAMAVANO ESTATE

Giovedì 3 Settembre 2015                                                         

Ore 19.00 – teatro ragazzi

ASSOCIAZIONE CULTURALE OTTAVO ATTO
LA CHIAMAVANO ESTATE
scritto e diretto da Martina Marone e Roberta Provenzani
spettacolo del laboratorio teatrale di Castelverde

locandina per 6inestate

Con: Claudia Andreozzi, Lorenzo Andreozzi, Mirko Catapano, Claudia Ciolli, Anna D’Alessio, Pietro D’Alessio, Alessandra Di Stefano, Giorgia Draghetti, Federica Fanti, Nadia Fin, Serena Imperatori, Simone La Cesa, Emanuela Naimo, Claudia Petrucci, Noemi Rende, Claudia Romito, Angela Russo, Sara Valerio.

Musica originale: Ercole Di Stefano.

Costumi e scenografia: gaia Cecchini

Foto: Fabrizio Lucidi

Pagina facebook: La chiamavano estate

Sinossi.

Nella calda estate del 1971 gruppi di ragazzi si incontrano e si scontrano sotto l’insegna luminosa di una balera  del litorale romano. Tra una birra e un lento, tra un martini e un pezzo rock scorrono le vite di questi giovani impegnati in lotte politiche, scontri sociali, amori facili e passioni impossibili. Le giornate passano tutte uguali fino a che una notizia sconvolge gli equilibri: troppi debiti, la balera rischia di chiudere. In un concerto – evento si trova la soluzione per raccogliere i fondi necessari. Ma questo concerto salverà la balera? Di sicuro cambierà l’esistenza di questi ragazzi. E tutti i loro sogni, le loro lotte, la loro vulcanica voglia di cambiare il mondo, e loro stessi verranno fissati per sempre in un’istantanea ormai sbiadita di quella mitica estate del 1971.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Note di regia.

Eccoci al terzo anno del laboratorio teatrale CastelVerde. Musica, canto, recitazione tutto dal vivo. Uno spettacolo scritto apposta per gli allievi che li farà confrontare con personaggi lontani se non addirittura opposti a loro. Questa la nostra scommessa. Uno spettacolo che parla dei loro problemi, delle loro paure e dei loro sogni. Uno spettacolo che evidenzia la difficoltà del convivere in un’eterogeneità di pensieri, convinzioni e situazioni. Uno spettacolo che però mostra la strada per raggiungere l’obiettivo comune prefisso attraverso il confronto e l’apertura all’altro anche quando sembra distante da se stessi. “La chiamavano estate” ci porterà in un tempo che fu, dove tutto sembrava possibile, segnato da importanti vicende sociali, politiche e da generazioni di ragazzi che credevano in un sogno, in un ideale, con il disperato bisogno di urlare al mondo la propria esistenza. Attraverso un trip di colori, di musica, di sorrisi, di ricordi e di emozioni miscelati in una commedia generazionale, il laboratorio diventa spettacolo, gli allievi personaggi e un periferico quartiere sembra essere diventato il centro del mondo. E come al solito quelle assi di palcoscenico che per un anno intero si è desiderato di calpestare  diventano luogo e spazio di crescita personale e argine del disagio adolescenziale, nella nostra eterna convinzione che l’arte non è solo lustrini e fama ma soprattutto luogo di confronto e condivisione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Contatti: tel. 349 7638791

e-mail ottavoatto@gmail.com

Pagina facebook Ottavo Atto

Ingresso libero e gratuito

Note: Accessibile ai disabili

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...